Anche quest’anno il MASCI (Movimento di Adulti Scout Cattolici Italiani) di Cremona si impegna a consegnare alle comunità religiose e laiche del cremonese la “Luce della Pace di Betlemme”.

Il suo arrivo è previsto per DOMENICA 16 DICEMBRE p.v. presso la sede della CASA dell’ACCOGLIENZA e della CARITAS in Via S. Antonio del Fuoco n. 11 dove alle ore 16,30 si terrà un momento di riflessione sulla pace.

Al termine dell’incontro i presenti potranno attingere personalmente con ceri/lampade per portare la luce, unitamente al suo messaggio di fratellanza, alle proprie case/comunità, certi che tutti siamo coinvolti dai più piccoli ai più grandi, ognuno di noi con le sue caratteristiche, con la sua sensibilità è un portatore di pace e nessuno ha il diritto di dire “io non ne sono capace”.

23° Anniversario della distribuzione della Luce della Pace da Betlemme

Nella Chiesa della Natività di Betlemme c’è una lampada a olio che arde perennemente da lungo tempo, probabilmente già pochi secoli dopo la venuta di Cristo. Questa chiesa è stata costruita su quella che si ritiene la grotta o la stalla in cui è nato Gesù; la lampada è posizionata sul punto ove si presume sia stata la mangiatoia nella quale fu messo il Salvatore in fasce. La lampada è alimentata dall’olio donato dalle nazioni cristiane della Terra, una volta all’anno, a turno.
E’ ovvio il significato religioso della lampada accesa: Cristo, Luce delle genti, continua ad irradiare la sua Parola da Betlemme nel mondo intero per tutti i giorni che verranno; Egli è il riferimento vivo e presente per coloro che hanno Fede in lui, Speranza irriducibile nel futuro e nella Resurrezione; Cristo è la Luce che non si spegne, che segna sempre la via, che guida l’Umanità alla salvezza.

Un altro valore simbolico lo ha anche per chi non è credente: rappresenta un segno di pace fratellanza, amicizia, solidarietà con chi soffre, condivisione di valori umani e civili.

Oggi, grazie all’impegno degli scout di tutte le associazioni, circa un milione di persone in Italia, portano La Luce della Pace nelle proprie case, gruppi, associazioni famiglie, comunità, parrocchie.

La Luce viene donata a tutti coloro che condividono i valori di Pace e Fratellanza, senza distinzione di credo o razza. Conta anche tenerla accesa quanto più a lungo possibile: accendere il proprio lume alla Luce della Pace non può rimanere il mero gesto di un attimo, pieno di fugaci buone intenzioni, ma la volontà di mantenere viva l’attenzione ai valori che essa porta con sé, dai più piccoli ai più grandi siamo tutti coinvolti e nessuno ha il diritto di dire “io non ne sono capace”. Ognuno di noi, con le sue caratteristiche, con la sua sensibilità è portatore di Pace.

Share This