Dal 01/01/2019 la fattura elettronica diventerà la normalità per tutti gli operatori commerciali ed anche per i consumatori finali come le persone fisiche e gli enti non commerciali. Anche le Parrocchie e gli Oratori sono interessati dalla nuova normativa fiscale e differente saranno i loro adempimenti a seconda se l’ente è titolare di P. IVA oppure no. Nel caso in cui una Parrocchia, Circolo o Oratorio non svolga attività commerciale e non sia titolare di partita IVA, la stessa viene considerata come un consumatore finale e ha diritto di ricevere ancora la fattura cartacea. In caso contrario l’ente è tenuto a comunicare ai fornitori il codice destinatario o la posta elettronica certificata (PEC) e la fattura viene inviata tramite SDI (Sistema di Interscambio) dalla Agenzia delle Entrate.

Il consulente fiscale della Pastorale Giovanile, Dr. Andrea Gamba, ha tenuto un incontro lo scorso 27 novembre, spiegando i cambiamenti e le procedure che verranno introdotte con la nuova normativa. Chi fosse interessato a ricevere maggiori informazioni  e visionare le slide dell’incontro, può contattare la Focr allo 0372/25336 mail: info@focr.it

Supplemento “Il Consulente” di Avvenire del 28/11/18:

Lo scontrino o la ricevuta fiscale? – a cura di Veronica Tomelleri

La fattura elettronica è in dirittura  – a cura di Patrizia Clementi

 

Share This

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Informativa Cookies

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close