Ancora opportunità per i giovani

dentro e attorno l’Oratorio

 

 

1. L’ORIZZONTE: DALLE ISOLE AL PROGETTO

 

I soggetti destinatari sono tutti i giovani dai 18 ai 30 anni residenti in Lombardia. Le ricadute del progetto coinvolgeranno gli oltre 400.000 giovani under 30 coinvolti nell’attività ordinaria degli oratori lombardi e le comunità tutte. Odielle intende favorire la collaborazione stabile con le realtà del territorio e con le famiglie, per favorire azioni di coscientizzazione e di responsabilità sociale in stile di laicità e di dialogo con tutti, a partire dalla condivisione delle condizioni reali di vita e dallo stimolo dell’impegno di servizio per il bene comune.

In quest’ottica, il progetto Giovani IN cammino mira a:

• Accrescere negli oratori la capacità interpretativa del mondo giovanile, soprattutto in ordine alle situazioni di disagio sociale ed esistenziale;
• Arricchire la capacità degli oratori di attivare pratiche educative capaci di diminuire le povertà e potenziare le risorse educative delle ragazze e dei ragazzi, raccogliendo le buone pratiche;
• Favorire il protagonismo dei giovani e la partecipazione alla vita della comunità, promuovendo il senso di responsabilità individuale e collettiva e il dialogo strutturato;
• Creare una rete territoriale incentivando le realtà locali ad agire attraverso una programmazione integrata di interventi e progettualità capaci di valorizzare le competenze acquisite dai diversi soggetti pubblici/privati e la collaborazione tra essi, sperimentando alcune forme di azioni caratterizzate dal principio dell’alleanza educativa;
• Realizzare interventi il più possibile in una logica di sistema e di integrazione, promuovendo l’equilibrio territoriale;
• Supportare e orientare i giovani nei periodi di transizione scuola/lavoro – lavoro/lavoro, anche attraverso lo sviluppo di competenze non formali per favorire l’ingresso e/o la mobilità nel mondo del lavoro;
• Rivitalizzare le periferie e gli spazi pubblici.

 

 

2. NEL DETTAGLIO: LE OPPORTUNITA’ 2020-2021

 

Dopo anni di onorato servizio, cambia il formato degli inserimenti giovani in Oratorio patrocinato e finanziato da Regione Lombardia. “Giovani insieme” diventa “Giovani in cammino” e il focus si articola in un’ottica di azioni progettuali. Ci si sposta così dalla “sola” assunzione di uno o più giovani all’idea più complessiva di una azione progettuale dentro e fuori l’Oratorio, nella valorizzazione di ambiti e competenze diverse.

L’idea centrale che ispira il progetto, parte dal sostegno alle iniziative di contrasto al disagio giovanile che da sempre vedono gli Oratori protagonisti, perché eredi del metodo preventivo di salesiana memoria e perché in prima linea nella cura e nell’accompagnamento dei ragazzi.

Nascono così 150 azioni progettuali sul territorio lombardo, attivabili da settembre 2020 a agosto 2021, previa presentazione della documentazione necessaria alla Federazione Oratori (entro il 31 agosto 2020) che, come per le altre diocesi, raccoglierà le richieste e le ordinerà secondo criteri di pertinenza progettuale: piano finanziario, rete, coerenza progettuale, distribuzione sul territorio, alleanze su focus pastorali ed educativi locali…

“Giovani in cammino” veste tre direzioni specifiche che si declinano in altrettanti grappoli di azioni progettuali, da scegliersi in base alle esigenze locali:

GIOVANI INSIEME: in continuità con gli anni passati, ma dentro un format progettuale che non isola la figura e non la schiaccia sulla sola assunzione, la prima pista stimola l’aggregazione giovanile attraverso l’inserimento all’interno degli oratori lombardi di giovani, maturazione di competenze attraverso un percorso formativo ed esperienziale, aumento dell’offerta quantitativa e qualitativa di iniziative realizzate sul territorio dedicate alla prevenzione di possibili situazioni di disagio giovanile.

 

GIOVANI IN CAMPO: la seconda linea sviluppa progetti e azioni in sinergia con le risorse sportive soprattutto delle società oratoriane, puntando sulla qualità delle relazioni che proprio lo sport può far emergere quale linguaggio di efficacia educativa.

Sarà strategico creare azioni progettuali in sinergia con gli educatori sportivi e quanti si occupano di accogliere i ragazzi e inserirli in percorsi di attività sportiva.

 

GIOVANI IN FORMAZIONE: prevede azioni formative mirate alle competenze, alla prevenzione e all’accompagnamento dei più giovani, anche grazie all’applicazione delle tecnologie che nei mesi scorsi abbiamo impiegato per la scuola, la catechesi e altri aspetti formativi.

 

3. COME E COSA FARE PER STENDERE IL PROGETTO E ADERIRVI

 

Si raccomandano alcuni passaggi: la condivisione con il consiglio pastorale e la commissione di pastorale giovanile non solo della persona individuabile, ma anche del progetto complessivo e della sua indole, perché nessuno sia lasciato solo; l’analisi delle condizioni della Parrocchia dal punto di vista delle normative sul lavoro, assicurative e fiscali (importantissimo è avere il DVR aggiornato); la valorizzazione di altre risorse che possono figurare nel progetto come partner e rendere più efficace il lavoro di rete. Scarica qui tutte le informazioni e le documentazioni necessarie:

presentazione del percorso  (incontro on line di FOCR dell’11 luglio 2020)

Presentazione del progetto regionale

Domanda di adesione 

Scheda tecnica per il progetto

Rendicontazione azione progettuale 

Sono stati predisposti anche alcuni testi tipici per la stesura del contratto (è consigliato il co.co.co) e gli annessi legati alla sicurezza del luogo di lavoro.

Nota Giovani in Cammino 2020  che fa il punto sulla forma contrattuale

Informativa Privacy Giovani in cammino

Contratto collaborazione continuativa (per progetto Giovani In cammino) 2020 e uno schema sintetico sugli adempimenti: Schema Co.Co.

Share This