Far bene il bene

le iniziative della Tutela Minori

per educatori e animatori

verso l’estate 2021

 

Nei luoghi educativi è iniziato un processo di cambiamento e di attenzione rispetto alla tutela del minore / soggetti vulnerabili e alla responsabilità che compete all’adulto che con lui si relaziona. Papa Francesco ha insistito perché la questione abusi venga affrontata con coraggio e verità nelle sue articolazioni che comprendono, oltre l’abuso sessuale, anche quello di potere e di coscienza, spesso più subdoli e striscianti. Vivere concretamente il Vangelo ci richiama all’incontro con l’altro, perlopiù con il minore, intendendo con questo termine tanto i minori d’età quanto chi ha minori capacità cognitive e relazionali. La Chiesa con il suo farsi prossima a chi è più fragile, non può esimersi dal porre l’accento anche sulla questione della tutela del minore e di chi è più vulnerabile, richiamando alla necessità che i suoi educatori adottino uno stile sereno e libero, animato dalla cura e dal rispetto. Uno stile univoco e ben riconoscibile che ha come punti base alcune peculiarità che discende direttamente dallo stile di Gesù :

  • il rispetto dell’altro e della sua libertà, rispettando i confini;
  • la capacità di stare accanto al fratello, favorendo processi di autonomia e non esercitando su di lui forme di potere;
  • la capacità di instaurare una relazione significativa, non esclusiva ed oppressiva.

Sul tema della tutela minori sono due sicuramente le responsabilità più prominenti che vengono richieste a chi ricopre un ruolo educativo in parrocchia:

  • essere encomiabile esempio della relazione adulto-minore nella consapevolezza che con il nostro stile lasciamo un segno nell’altro e che come noi agiamo viene visto, assimilato e replicato da altri animatori verso i più piccoli, e dai più piccoli che domani saranno animatori;
  • essere attente sentinelle che sappiano osservare con discrezione e intelligenza ciò che avviene nei nostri ambienti e siano capaci di arginare voci nocive o dar voce a silenzi nascosti.

La parola d’ordine è far bene il bene che già stiamo facendo. Ciò richiede di prenderci del tempo per approfondire l’argomento e verificare alcuni atteggiamenti educativi. L’occasione ci viene fornita dal webinar del 19 aprile – ore 18.30 – che con l’aiuto di Anna Deodato, membro della tutela minori nazionale – diocesi di Milano e di altri educatori ci guiderà in un percorso formativo su un tema difficile, eppure preziosissimo ed urgente. Al webinar invitiamo gli educatori di Oratorio, i coordinatori di attività formative, ma anche i catechisti e gli educatori di Associazioni e Movimenti. Ecco la lettera di invito: lettera invito webinar tutela minori

Per maggiori approfondimenti: leggi le pagine dedicate dal Mosaico al tema MOSAICO marzo-aprile 2021.

Anche il portale diocesano presenta una apposita sezione dedicata al tema, in cui poter recuperare materiali e informazioni: https://www.diocesidicremona.it/tutelaminori/ Ricordiamo che è attivo anche in diocesi il Centro di Ascolto seguito dalla dott.sa Silvia Corbari. Scarica qui la brochure di presentazione del centro e più in generale del servizio: brochure-tutela-minori.

 

Questo modulo non è più disponibile.

 

Share This

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi